“Non mi cresce la barba” quante volte vi è capitato di esclamare questa frase. Quante volte ve la siete presa coi vostri ormoni, con i geni di famiglia e coi prodotti che sembrano non fare il loro lavoro. Eppure non siete gli unici, e No per questo problema non vi è un rimedio universale. La barba è una questione soggettiva, di vita e di pazienza! E se pensate che capiti solo a noi comuni mortali vi sbagliate; molti personaggi famosi sono stati “pizzicati” con qualche problemino alla barba, e c'è chi non ne ha fatto mistero e chi invece dopo troppi riflettori puntati ha pensato di raderla totalmente e levarsi il fastidio.

Keanu Reeves e la sua alopecia

Molte donne dicono sempre “La barba rende uomo”, ma certamente sappiamo bene che a parte una questione prettamente virile ed estetica, questo pensiero è totalmente infondato e privo di sostanza; eppure certo è che alcuni uomini – specialmente chi porta la barba da tanto tempo – difficilmente riesce a guardarsi allo specchio senza. Il motivo? Beh, sicuramente la componente estetica 2.0 gioca un ruolo di fondamentale importanza. E' risaputo infatti come lo stile barbuto abbia avuto il suo exploit proprio negli ultimi anni; gli anni dell'innovazione, dei millenials, della tecnologia e della moda più eccentrica. E come ogni fashion addicted, anche l'uomo non ha certo perso di vista le nuove tendenze, che mettono in prima fila lo stile hipster e tutte le sue varianti. La moda 2020 vuole l'uomo audace ma allo stesso tempo composto; virile ma non esagerato, al passo coi tempi ma sempre un po' retrò. E in questo clima di rivoluzioni e sperimentazione avere la barba folta è un po' come partire avvantaggiati. Ma se la barba non cresce come possiamo fare?

Dietro a una barba poco folta, non omogenea e che fatica a crescere c'è sicuramente un problema fisiologico. Ma sappiate che anche i barbuti più incalliti spesso si trovano a dover fare i conti con una barba rada sulle guance, nonostante invece la lunghezza faccia presagire tutt'altro. Dunque il primo mito da sfatare è che non tutte le persone che hanno la barba lunga, hanno una barba folta! La soluzione a questo problema è sicuramente quella di avere pazienza e cercare di far crescere il pelo su tutta la parte del viso interessata, per poi lavorarci con una sagomatura adeguata che possa coprire i punti più critici.

Lasciare la barba incolta per 3 settimane ed aspettare la crescita è uno dei primi step da fare. Per lavorare sulla sostanza è necessario crearla. Inoltre vi accorgerete che in alcune zone la crescita è diversa, ovvero sul mento dove il pelo tende ad essere più contratto e dunque visivaente meno denso, o sulle guance dove le zone vuote diventano quasi imprescindibili. Altra nota dolente sui peli del mento è che la loro struttura è molto più debole, ecco perchè tendono facilmente a spezzarsi; a questo aggiungeteci la tendenza di ogni uomo a toccarsi e grattarsi il mento quotidianamente, che di certo non favorisce la crescita, ma bensì la spezza.

Un piccolo esempio di barba poco folta

Non mi cresce la barba, sarà un problema di pelle?”. Nella maggior parte dei casi SI. Avere uno strato eccessivo di sebo sulla pelle impedisce la crescita naturale del pelo, in quanto ostruisce il bulbo e non permette il suo sviluppo. Non solo sebo in eccesso, ma anche secchezza epidermica portano al rilento sviluppo del pelo. Qui entra in gioco la cura della pelle, che prevede prodotti per il viso e prodotti per la barba specifici. Un esempio sono sicuramente gli shampoo per la barba e i detergenti scrub che favoriscono il rinnovo cellulare e spazzano via le cosiddette cellule morte. Ampio potere anche per le creme idratanti, che evitano secchezza ed irritazioni tipiche di chi sta cercando di far crescere la barba. Badate bene che lo shampoo per la barba non è uguale allo shampoo per capelli. Il suo PH è totalmente diverso e studiato specificamente per un una struttura tendenzialmente debole ed esposta a maggiori rischi. Utilizzare buoni prodotti come shampoo e balsamo – ma anche olio e cera – vi permetterà di far crescere la barba più velocemente, creando una struttura del bulbo più spessa e forte.

Shampoo, balsamo, olio e spazzola per la barba

Da cosa ve ne accorgerete che il pelo è più spesso? Beh, sicuramente ad occhio nudo la vostra barba apparirà più sana e folta; ma la vera soddisfazione arriverà col tatto. Noterete una maggiore morbidezza e luminosità data dalla cura costante e giornaliera che sarà d'ora in poi il vostro mentore! Non scordate poi di pettinarla. E' necessario pettinare la barba ogni giorno, e per farlo è importante scegliere il giusto pettine da barba o spazzola. MAI SPAZZOLE IN PLASTICA. Avete bisogno di buone setole che accompagnino la crescita del pelo con rigidità ma anche rispetto. Le setole in cinghiale sono le più indicate, ma anche quelle più utilizzate. Evitate di esporre il pelo a fonti di calore ravvicinate. Al contrario di ciò che si possa pensare, stirare la barba con piastre o phon indebolisce notevolmente il pelo. Utilizzando un buon olio e pettinandola a dovere è possibile domare l'ispidità del pelo con gran risultato.

Seguire questi consigli con criterio, affidarvi ad un buon barbiere e conservare imponenti dosi di pazienza vi permetterà di dire “FINALMENTE MI CRESCE LA BARBA”.

Buona fortuna!